In Ticino oltre 8´500 persone, il 3% dei residenti, una popolazione molto spesso colpita da attestati di carenza beni e da situazioni personali insostenibili, precarie o mal gestite, sono senza copertura sanitaria. Le prestazioni della loro cassa malattia sono sospese fino al pagamento integrale di premi e partecipazioni arretrati, interessi di mora e spese esecutive. È l’effetto del nuovo famigerato art. 64a LAMal, introdotto dalle Camere federali dal 1° gennaio 2006. Da quasi un anno e mezzo chi non paga in tempo la cassa malattia non è più coperto dall’assicurazione finché non ha saldato gli arretrati. Cosa succede a chi, per motivi diversi, si trova in questa situazione ed ha un’urgenza sanitaria? Verosimilmente sarà sempre dirottato sul pronto soccorso pubblico. L’ospedale presterà le sue…