Pensieri, appunti e proposte di politica e altro

Archivio per

Ma quale opportunità persa?

­ 7 Aprile 2015

La sentenza del Tribunale federale che seppellisce l’amnistia cantonale, oltre che impeccabile dal profilo del rispetto dei principi fondamentali sanciti dalla Costituzione, darà presto degli importanti frutti per le casse pubbliche. Lo scrive il Consiglio di Stato nel messaggio sul Consuntivo dell’anno scorso, ammettendo che le entrate inerenti all’autodenuncia del 2014 sono state calcolate in 81 milioni senza amnistia e 33 milioni con l’amnistia. I giudici di Losanna hanno quindi aggiunto 48 milioni di introiti nelle casse pubbliche con la loro decisione e non fatto il contrario, come qualche incauto si è affrettato a dire a caldo. Ampiamente superati i 20 milioni del fondo per il lavoro, messi lì a mo’ di contentino. Ma vi è di più. Chiarito finalmente il fatto che non…

Nessuna violenza mai in nome di una fede

­ 7 Aprile 2015

C’è un’alternativa al cosiddetto “confronto tra culture” di cui si parla oggi, mentre in molti assistiamo sgomenti alle diverse barbarie perpetrate per sedicenti obiettivi religiosi in Medio Oriente e in Africa? Sì che c’è! Abbiamo urgente necessità di unire le forze di tutti, indipendentemente dal credo religioso o dalla lontananza da qualsiasi fede, attorno ai concetti di libertà, pace e reciproco rispetto. Cristiani, islamici, buddisti, induisti, atei, agnostici devono rimanere assieme per dire forte e chiaro che nessuna religione e nessun credo possono ammettere la violenza nel nome di una fede. E la politica deve lavorare attivamente per questa unione di intenti e per l’integrazione delle persone straniere nella nostra società. L’alternativa c’è, ma va sostenuta nelle votazioni popolari e alle elezioni.

C’è un’alternativa al raddoppio catastrofico

­ 6 Aprile 2015

C’è un’alternativa al raddoppio del tunnel autostradale del Gottardo? Sì che c’è! Si chiama Alptransit, è la ferrovia di pianura che attraverserà le Alpi dal 2016 e il perno di un vero trasferimento delle merci dalla strada alla rotaia. Quello su cui andremo a votare l’anno prossimo è un vero e proprio tunnel stradale a 4 corsie, altrimenti le due canne non sarebbero attivabili in breve tempo alternativamente come sostengono i favorevoli. Con un simile tunnel nei periodi caldi le colonne si trasferirebbero tra Chiasso e Lugano o tra Chiasso e Bellinzona, con i problemi che possiamo solo immaginare. Ci sarà un periodo non facile da gestire per il risanamento della galleria stradale attuale, ma il raddoppio per il traffico sarebbe catastrofico. L’alternativa c’è,…

Fare impresa, responsabilmente

­ 3 Aprile 2015

Durante questa campagna elettorale ho avuto modo di incontrare diverse persone che dirigono o posseggono aziende, stanche di essere additate come sfruttatrici. È giusto, bisogna sempre sottolineare come quello che accade sul nostro mercato del lavoro sia responsabilità di una parte della classe imprenditrice, non di tutti. Tra queste persone, oltre al mio compagno di lista Bang, che sottolinea sempre quanto importante sia il valore di chi lavora per  lui, ho incontrato la signora Alessandra Alberti (guarda il video), direttrice della Chocolat Stella di Giubiasco. Una bella persona che nel corso di una chiacchierata esprime concetti che noi tutti vorremmo vedere applicati da chi ha deciso di fare impresa in Ticino, pur essendo confrontati con i mercati internazionali.

Amnistia serva dei poteri forti. Giustizia è fatta!

­ 2 Aprile 2015

C’è un’alternativa a immaginare una politica serva di interessi forti e pronta a concedere a essi privilegi insostenibili? Sì che c’è! Ho sempre sostenuto che l’amnistia fiscale era ingiusta e improponibile, da presidente del PS, da deputato in Gran Consiglio e da consigliere di Stato. Con il Partito Socialista, contro tutti e contro tutto. Oggi, finalmente, il Tribunale federale chiarisce con una sentenza limpida, senza se e senza ma, che quel progetto non avrebbe mai dovuto nemmeno essere immaginato. Mi spiace che sia dovuta intervenire la giustizia laddove avrebbe dovuto essere la politica a capire che oltre certi limiti non si può e non si deve andare. Questa decisione farà guadagnare molti soldi al Cantone e ai Comuni, perché tutte le autodenunce degli evasori…

Abbiamo bisogno di voi

­ 1 Aprile 2015

Se in questo Paese e in questo Cantone abbiamo ottenuto l’AVS, l’assicurazione invalidità, l’assicurazione contro la disoccupazione, l’assicurazione maternità, gli assegni familiari federali e cantonali, il servizio civile per chi non vuole fare il militare, una politica di trasferimento delle merci dalla strada alla rotaia, un futuro senza energia nucleare, maggior tutela del paesaggio, più investimenti nelle energie rinnovabili, più trasporti pubblici, una scuola inclusiva, una fiscalità progressiva e tante, tantissime altre conquiste sociali e ambientali a livello nazionale, cantonale e locale, è perché da sinistra si è lavorato molto proponendo, ribadendo, insistendo, a volte ricominciando da capo per convincere la maggioranza che questi progetti erano utili alla nostra società. Le cose sono lungi dall’essere perfette, ognuno di questi ambiti meriterebbe un discorso a…

Congelati dal bla bla

­ 1 Aprile 2015

C’è un’alternativa all’isolamento del nostro Paese e a una conseguente prospettiva economica preoccupante qualora davvero ci si isolasse? Sì che c’è! E’ una gestione decisamente migliore del mercato del lavoro, tutelando i lavoratori residenti con misure adeguate. Se il PS su questo ha le idee chiarissime (salari minimi, convenzioni collettive, salari in franchi, riduzione del lavoro interinale, protezione dei lavoratori dai licenziamenti abusivi ecc.), opposto è l’atteggiamento della maggioranza. Proprio oggi il Consiglio federale ha congelato il rafforzamento delle misure d’accompagnamento alla libera circolazione delle persone, la prima conseguenza diretta del nuovo patto di destra UDC/PLR/PPD. Ancora una volta risulta evidente che, malgrado i tanti bla bla bla, la maggioranza non vuole migliorare la posizione dei lavoratori residenti sul mercato del lavoro. L’alternativa c’è,…