Pensieri, appunti e proposte di politica e altro

Archivio per

LE PERLE DI VERITÀ DI QUADRI

­ 23 aprile 2018

Perché Lorenzo Quadri debba riempire ogni domenica il suo giornale di frottole è una cosa che mi sfugge, visto che è persona intelligente e quindi certamente capace di trovare argomenti veri per sostenere quel che dice. I docenti a larga maggioranza non condividono la riforma “La scuola che verrà”, dice Lorenzo Quadri, idem i direttori degli istituti scolastici, idem i genitori. Ma io ho per le mani tre prese di posizione di qualche tempo fa che dicono il contrario, una del collegio dei direttori, una della conferenza dei genitori e una del forum delle associazioni magistrali. Qualcuno deve averlo male informato, perché sono sicuro che non si abbasserebbe a inventare fandonie solo per sostenere la sua tesi. Per Quadri la partitocrazia (PS, PPD, PLR,…

BORSE DI STUDIO: PASSI AVANTI

­ 13 aprile 2018

Era giunto il momento di mettere in atto un cambiamento del sistema delle borse di studio per migliorare la situazione per gli studenti, reso possibile dalla situazione attuale, e abbiamo fatto dei passi avanti.   Le novità sono tre.   1) Il Governo ha deciso di ridurre da 1/3 a 1/10 la parte di borsa di studio automaticamente convertita in prestito per i richiedenti che frequentano un master a partire dall’anno scolastico 2018/2019.    2) I parametri per l’ottenimento di un prestito di studio sono stati allargati, in modo da permettere un uso accresciuto di questo strumento da parte degli studenti e delle loro famiglie.   3) Per la valutazione della capacità finanziaria da considerare per il calcolo degli aiuti si continuerà a far riferimento alla situazione risalente a tre anni…

UNA RISPOSTA DOVEROSA

­ 9 aprile 2018

Ci è stato chiesto di dare una risposta a un’intervista di Franco Zambelloni a proposito del referendum contro La sperimentazione del progetto La scuola che verrà. Lo facciamo volentieri soffermandoci su alcuni punti, non senza rimanere di stucco di fronte ai vistosi errori inerenti ai fatti che ritroviamo nelle premesse dell’intervistato. Non tocca a noi commentare le opinioni, ognuno esprime liberamente le proprie, ma sui fatti veri o falsi non si può transigere. Contrariamente a quanto sostiene Zambelloni, La scuola che verrà non tratta in alcun modo della questione delle sanzioni legate all’impegno scolastico, non si occupa di note (sufficienze o insufficienze), non si occupa di bocciature e ripetizioni di classe. Manifestamente egli non ha seguito il progetto, perché questo si occupa di forme…