Anche il Cantone Ticino dovrà adeguare prima o poi la sua legislazione fiscale alla prossima scomparsa dei regimi tributari agevolati per le holding, le società di amministrazione e le società ausiliarie. Dovremo prima attendere che le decisioni sul piano federale divengano definitive, con ogni probabilità mediante un voto popolare previsto nella prima parte del prossimo anno, ma poi si dovrà procedere. La scomparsa di queste agevolazioni fiscali è un bene, perché riporta un po’ di giustizia in questo ambito, cancellando privilegi ingiustificabili e inopportuni elementi di opacità del sistema tributario. Si tratta ora di affrontare questa riforma con pragmatismo, facendo l’interesse generale dei ticinesi, che necessitano di uno Stato con risorse adeguate, ed evitando le insidie dell’insensata concorrenza fiscale tra i Cantoni che purtroppo la…