C’è un’alternativa agli affitti troppo cari, soprattutto adesso che i tassi ipotecari sono bassissimi? Sì che c’è! Vanno rafforzate le norme sul contratto di locazione che permettono di ottenere riduzioni del canone quando i tassi si abbassano, va introdotta finalmente l’informazione ai nuovi inquilini sulla pigione pagata dal locatario precedente, va messa in campo una vera politica dell’alloggio che permetta di mettere sul mercato alloggi a pigioni accessibili che durino nel tempo. Cose che si chiedono con insistenza da anni, già da quando ero segretario dell’Associazione Inquilini, ma che si scontrano con i NO delle maggioranze politiche. L’alternativa c’è, ma ha bisogno di essere sostenuta dai cittadini, nelle votazioni popolari e alle elezioni.