C’è un’alternativa all’indebitamento eccessivo, soprattutto dei giovani? Sì che c’è! Di recente il Consiglio di Stato, senza il mio voto, ha risposto picche alla consultazione federale che propone di abbassare il tasso massimo di interesse per il piccolo credito dal 15% al 10%. Peccato. Un’occasione mancata per agire nella buona direzione.
L’alternativa c’è, ma ha bisogno di essere sostenuta dai cittadini, nelle votazioni popolari e alle elezioni.