Pensieri, appunti e proposte di politica e altro

Post taggati “ambiente

Oltre la rete

­ 6 aprile 2009

Pubblicato sulla Regione, aprile 2009 La crisi economica inizia a far sentire le sue nefaste conseguenze anche nel nostro Cantone, come attestano le recenti notizie di soppressioni di posti di lavoro e d’introduzione del lavoro ridotto in alcune imprese. In questa situazione di sconquasso causata dall’avidità di pochi alle spalle di tutti gli altri, sarà la rete sociale, costruita in tanti anni di battaglie promosse dalla sinistra, a costituire alle nostre latitudini il primo grande e concreto sostegno delle cittadine e dei cittadini in difficoltà. Sarà in particolare essenziale il ruolo dell’assicurazione contro la disoccupazione, le cui prestazioni non molti anni fa vennero purtroppo ridotte con il benestare di una maggioranza politica e popolare da 520 a 400 indennità giornaliere, ad offrire a queste…

Un’altra politica energetica è possibile

­ 14 ottobre 2006

Pubblicato su Area, ottobre 2006 Sulla base del contenuto di un documento del PS intitolato “Per un’altra politica energetica del Canton Ticino”, scaricabile dal sito www.PS-ticino.ch, il Gruppo parlamentare del partito ha chiesto con una mozione al Consiglio di Stato di voler provvedere in tempi brevi alla presentazione del Piano di politica energetica cantonale previsto dalla Legge cantonale sull’energia. A parere del Gruppo il piano dovrebbe risultare da uno sforzo congiunto dei vari uffici che si occupano del tema nei vari Dipartimenti. I provvedimenti previsti dal piano dovrebbero coprire tutti i campi di attività e dovrebbero essere attuati secondo principi prioritari di efficacia specifica, per esempio secondo il criterio dell’energia risparmiata a seguito degli investimenti effettuati (kWh/ct.). Il primo obiettivo del piano dovrebbe essere…

Rifiuti: un controprogetto è possibile

­ 22 giugno 2006

Pubblicato su Area e sulla Regione, giugno 2006 Durante una cena tenutasi nel settembre 2005, prima di un dibattito a Rovereto GR sui bilaterali bis, mi capitò di discutere con Paolo Clemente Wicht del testo dell’iniziativa “28 inceneritori bastano”, allora in gestazione. Gli espressi dei dubbi sulla costituzionalità della moratoria cantonale, ma la risposta fù piuttosto netta. La questione era stata valutata, ma i miei dubbi non erano quelli degli iniziativisti. A quasi un anno da quell’incontro, malgrado le certezze di Wicht e degli altri giuristi che assieme a lui avevano valutato il problema, la conclusione dei periti e quindi del Gran Consiglio è stata un’altra: la moratoria cantonale lede manifestamente il diritto federale superiore ed è quindi incostituzionale. Chi ha raccolto le firme…