Pensieri, appunti e proposte di politica e altro

Post taggati “giustizia

Quando la politica finisce in tribunale

­ 10 novembre 2006

Pubblicato su Area, novembre 2006 Sono passate due settimane da quando il Tribunale cantonale delle assicurazioni ha, molto opportunamente, rimesso la chiesa al centro del villaggio nella questione dei tagli ai sussidi di cassa malattia ed ha ripristinato la situazione legale precedente al decreto esecutivo “ammazzasussidi” in vigore dal 2006. La prima conseguenza della sentenza è stato l’immediato riconoscimento del maltolto a partire dal prossimo anno; migliaia di cittadini si vedranno annullati gran parte dei tagli a queste prestazioni a partire dal 1 gennaio 2007. Più difficile è invece la situazione per quanto riguarda la restituzione di quanto non versato nel 2006, perché bisogna rivedere tutte le decisioni individuali. Si invoca la presunta difficoltà amministrativa di procedere a migliaia e migliaia di ricalcolazioni, ma…

Rifiuti: un controprogetto è possibile

­ 22 giugno 2006

Pubblicato su Area e sulla Regione, giugno 2006 Durante una cena tenutasi nel settembre 2005, prima di un dibattito a Rovereto GR sui bilaterali bis, mi capitò di discutere con Paolo Clemente Wicht del testo dell’iniziativa “28 inceneritori bastano”, allora in gestazione. Gli espressi dei dubbi sulla costituzionalità della moratoria cantonale, ma la risposta fù piuttosto netta. La questione era stata valutata, ma i miei dubbi non erano quelli degli iniziativisti. A quasi un anno da quell’incontro, malgrado le certezze di Wicht e degli altri giuristi che assieme a lui avevano valutato il problema, la conclusione dei periti e quindi del Gran Consiglio è stata un’altra: la moratoria cantonale lede manifestamente il diritto federale superiore ed è quindi incostituzionale. Chi ha raccolto le firme…

La zavorra

­ 18 gennaio 2006

Pubblicato su Area, gennaio 2006 In tranquilla attesa delle risultanze dell’inchiesta amministrativa sul cosiddetto “Fiscogate” e, spero, della loro completa comunicazione al Gran Consiglio, qualche aspetto di questa vicenda merita già oggi un commento politico. Non certo per avviare la campagna elettorale 2007 con 9 mesi di anticipo, come sostiene a vanvera qualcuno disperatamente a corto di argomenti, ma perché tra poco più di un mesetto si vota sui tagli nel sociale e nella scuola proposti dal Consiglio di Stato e decisi dal Parlamento nel settembre 2005. E’ noto che la parabola governativa della ministra delle finanze è stata contraddistinta, dal 1995 ad oggi, da due scelte politiche chiare. Prima essa si è adoperata per ridurre sensibilmente la pressione fiscale, con l’effetto di favorire…