Pensieri, appunti e proposte di politica e altro

Post taggati “lavoro

Il dito e la luna

­ 23 giugno 2013

Propongo il testo integrale del mio intervento alla Festa della sinistra al Monte Ceneri. Care compagne e cari compagni, il Ticino è un Cantone di successo dal profilo economico. Dal 2001 al 2012, gli anni degli accordi bilaterali, nel nostro Cantone le persone occupate sono passate da 188’000 a oltre 220’000, oltre 30’000 persone in più in 10 anni. Vi ricordate dello slogan berlusconiano di qualche anno fa sulla creazione di un milione di posti di lavoro in Italia? Ebbene, se compariamo la nostra popolazione con quella della Repubblica italiana possiamo dire che in dieci anni in Ticino quello slogan è stato superato di parecchio, poiché 30’000 occupati in più da noi equivalgono a 5 milioni di occupati in più in Italia. Questo successo…

Collaborativi quando possibile, intransigenti quando necessario

­ 27 marzo 2013

Questo il testo del mio intervento al Comitato cantonale PS del 28 marzo 2013 a Mendrisio Care compagne, cari compagni, avrete letto nei giorni scorsi che il messaggio con il quale il governo, su proposta del mio Dipartimento, chiede di ridurre il numero di allievi per classe nelle scuole elementari e medie si è, per usare un eufemismo, inceppato. Strano, mi si dirà, soprattutto se si considerano gli impegni a favore della scuola presi un po’ da tutti prima delle scorse elezioni. Cosa è successo allora nella Commissione scolastica? Come mai, dopo un’ampia consultazione chiusa ad agosto e che ha visto un complessivo consenso dei Comuni, fatto raro nell’eterno confronto fra Cantone ed enti locali, la Scolastica impiega quattro mesi per non decidere quando…

Per dare dignità al lavoro

­ 30 gennaio 2011

apparso sul CdT – 31.1.2011 Finalmente la questione del salario minimo legale sarà al centro del dibattito grazie all’iniziativa popolare appena la nciata dalle forze politiche e sindacali di sinistra. Lo dico con la convinzione di chi da molto tempo è a favore di questo provvedimento per almeno tre ragioni principali. Innanzitutto perché il salario, come l’introito da lavoro indipendente, è per la stragrande maggioranza della popolazione la fonte irrinunciabile di reddito che determina lo standard di vita proprio e della propria famiglia. Un elemento essenziale dal quale dipendono la qualità dell’abitazione, della cura per i propri figli, del benessere di ognuno di noi, in una parola sola la dignità dei cittadini. Chi è costretto a lavorare molto senza guadagnare abbastanza deve accontentarsi di case…

Una questione di dignità

­ 15 novembre 2009

Pubblicato su PS Lugano aperta, novembre 2009 Il Congresso del Partito Socialista Svizzero ha deciso di lanciare un’iniziativa popolare federale sul salario minimo legale nel corso del 2010, dopo che anche l’Unione sindacale svizzera avrà preso una decisione in tal senso e sarà stata trovata una convergenza sul testo concreto della proposta. Finalmente! Lo dico con la convinzione di chi da molto tempo è a favore di questa misura, per almeno tre ragioni politiche. Innanzitutto perché il salario, come l’introito da lavoro indipendente, è per la stragrande maggioranza della popolazione la fonte irrinunciabile di reddito che determina lo standard di vita proprio e della propria famiglia. Un elemento essenziale dal quale dipendono la qualità dell’abitazione, della cura per i propri figli, del benessere di…

La lezione delle Officine

­ 5 luglio 2009

Pubblicato sulla Regione, luglio 2009 Nel corso dell’assemblea del 30 giugno dei lavoratori delle Officine Ffs è stato approvato il rapporto morale sull’attività del Comitato “giù le mani dalle Officine”, che in 5 dense pagine ripercorre sinteticamente ma efficacemente una vicenda straordinaria di casa nostra, il cui fatto saliente è stato lo sciopero di un mese del marzo 2008 e la grande mobilitazione popolare che lo ha sostenuto. A mio modesto avviso, l’elemento alla base della forza unica di questo sciopero e di questo movimento è stata la capacità dei lavoratori di mettersi in gioco in prima persona per salvare questa azienda. Ricordo molto bene, prima ancora che lo sciopero venisse decretato, il momento in cui tutto il personale partecipò alla trasferta a Berna,…