La signora Elisabetta Lara Gianella, in una lettera pubblicata sul Mattino di oggi, si chiede quale sia il nesso coerente tra una mia affermazione del 2007 critica sulle iniziative atte a solleticare la pancia dei cittadini e il sostegno socialista all’iniziativa Minder e a quella dei giovani socialisti denominata 1/12. La cosa è abbastanza semplice. Nel 2007, commentando i risultati elettorali delle elezioni federali, dissi che in politica per passare serve di più la capacità di prendere gli elettori per la pancia che quella di portare soluzioni ai problemi. Feci un esempio: se il PS avesse lanciato un’iniziativa popolare per limitare a 5 milioni all’anno i salari avremmo solleticato la pancia di chi ne ha piene le scatole dei salari stratosferici, ma non avremmo…