Domenica 27 gennaio ho cercato di spiegare ai miei figli cosa fosse il giorno della memoria, cosa si ricordasse in questo giorno, insomma Hitler, l’odio contro gli ebrei, la discriminazione nella vita di tutti i giorni, la storia di Anna Frank. E poi i treni per i campi di sterminio, i milioni di morti. È sempre difficile spiegare a dei bambini quello che nemmeno gli adulti possono comprendere, ma è ancora più difficile spiegare loro che purtroppo, con altre forme, in altre parti del  mondo, la stessa storia continua ancora oggi. Alla domanda più ovvia e più difficile, quella che chiede perché ciò sia accaduto ed accada, non ho saputo dare risposta. E allora ho cercato di spiegare loro almeno che ricordare quel che…